Acu ricorda Umberto Veronesi : “Alimentazione e stili di vita: decalogo per prevenire il cancro”

imagesstiledivita

ACU, nel ricordare con affetto e stima il prof. Umberto Veronesi, ricorda  una sua affermazione “Amare se stessi dovrebbe prevedere una cultura alimentare rigorosa, nella quale applicare ciò che si è scoperto grazie alla divulgazione dei risultati della scienza. Circa il 50% delle malattie più gravi e invalidanti è riconducibile allo stile di vita, e stile di vita significa anche alimentazione. Ecco perché diventa ovvio che scegliere di alimentarsi correttamente rappresenti una specie di assicurazione sulla vita”

 

 

Uno stile di vita corretto potrebbe evitare un tumore su tre oltre ad   analisi e accertamenti preventivi fondamentali: pap test per il cancro della cervice,  ricerca del sangue occulto nelle feci per la diagnosi precoce del cancro del colon, e mammografia che  è fondamentale per affrontare  nella fase iniziale, un eventuale tumore al seno. 

Sugli stili di vita corretti e utili esistono studi scientifici attendibili di esperti di tutto il mondo che dimostrano l’importanza fondamentale di    buona alimentazione,  peso forma e attività fisica.

In particolare di seguito ricordiamo   il decalogo del   Codice Europeo contro il cancro con tutte le indicazioni selezionate dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), a cui  ha collaborato  anche il team italiano di Umberto Veronesi.

Si tratta di cose davvero semplici e quotidiane che  possono assicurare ai singoli vita migliore  e alla collettività risparmi sulla spesa sanitaria che possono andare alla ricerca.

1 – NON FUMARE

Il cancro al polmone sarebbe una malattia quasi inesistente se nessuno fumasse,  il fumo da solo è responsabile del 90%  dei casi di tumore al polmone, e ridurrebbe    il rischio di ammalarsi di cancro alla bocca, allo stomaco e alla vescica oltre ad evitare malattie respiratorie

2 – EVITARE IL FUMO PASSIVO

Uno studio di specialisti americani evidenzia un rischio di aumento del cancro al polmone del 20-30%  nelle persone che vivono a stretto contatto con un fumatore e  siamo esposti a tale rischio anche  quando passeggiamo lungo la strada e c’è una persona che fuma mentre cammina  o quando entriamo in un’auto da cui è appena sceso un fumatore

3 – LIMITARE IL CONSUMO DI BEVANDE ALCOLICHE

L’alcol in uno studio del 1988 è stato classificato  come agente cancerogeno ossia una sostanza di cui esistono sufficienti prove scientifiche circa la capacità di favorire l’insorgenza dei tumori in quanto   irrita le mucose impedendo alle cellule danneggiate di ripararsi correttamente e questo influisce sullo sviluppo dei tumori della bocca e della gola. Nel fegato invece, l’alcol può infiammare le cellule epatiche: questo, con il tempo, porta alla formazione di cellule tumorali. Indipendentemente dal tipo di alcolico, è l’alcol stesso e la quantità assunta a provocare danni all’organismo. E i rischi aumentano ancora di più se all’alcol si associa il fumo

4 – SEGUIRE UN’ALIMENTAZIONE SANA

Evitate cibi raffinati, precotti e preconfezionati ricchi di zuccheri e grassi e  bevande gassate e zuccherate. Molto consigliati  sono  riso, legumi, verdura e frutta. Limitate il consumo di carni rosse, non più di 500 grammi a settimana, ed evitate invece di portare in tavola spesso salumi e carni conservate

5 – LIMITARE IL CONSUMO DI SALE

Non più di 5 grammi al giorno e la limitazione riguarda anche i cibi conservati sotto sale

6 – MANTENERE UN GIUSTO PESO CORPOREO

L’obesità e il sovrappeso possono causare i tumori: mantenersi in buona forma fisica permette invece di ridurre notevolmente i rischi

7 – SVOLGERE ATTIVITÀ FISICA

Una camminata a passo veloce per mezz’ora al giorno per mantenersi in forma è buona norma ed è importante la costanza, oltre ad alcuni semplici gesti quotidiani che possono rivelarsi importanti: fare le scale invece di prendere l’ascensore, muoversi a piedi o in bicicletta evitando di utilizzare l’auto in caso di percorsi brevi o ancora fare una passeggiata durante la pausa pranzo

8 – EVITARE L’ECCESSIVA ESPOSIZIONE AI RAGGI SOLARI

Limitare al minimo  il ricorso a lampade e lettini abbronzanti e, durante l’estate, utilizzare sempre un’adeguata crema solare  evitando di prendere il sole durante le ore più calde della giornata. Importante proteggere bene i bambini dai raggi solari

9 – ALLATTARE I BAMBINI AL SENO

E’ scientificamente dimostrato che l’allattamento  al seno per almeno 6 mesi riduce il rischio di cancro al seno e alle ovaie

10 – NON TRASCURARE LA PREVENZIONE

Fondamentale è una adeguata  prevenzione da  valutare con il vostro medico su quando e a quali esami eventualmente sottoporvi. Se tutti adottassimo uno stile di vita corretto, si potrebbe evitare la comparsa di un caso di tumore su tre.

  

E insieme  ricordiamo “…che fantastica storia è la vita”

Leave a Reply

Your email address will not be published.